16. Consigli per una corretta conservazione

Manuale di Pittura ad olio// di Alessia Sinopoli

Come esporre e pulire il dipinto

spolverinoLe pitture grasse su legno hanno bisogno di “respirare”, per questo (e anche per evitare fastidiosi riflessi) i dipinti ad olio si incorniciano senza vetro e sono quindi esposti a polveri e agenti atmosferici, come la luce, l’umidità e il calore: tutti fattori che contribuiscono a deteriorare i dipinti nel lungo periodo.

E’ importante non esporre i dipinti vicino a fonti di calore, come caminetti, caloriferi, ecc… Evitare l’esposizione alla luce solare diretta. Non conservare in luoghi umidi. Evitare, inoltre, di esporre le opere in ambienti dove si fuma e si mangia, perchè il fumo e le esalazioni dei cibi contribuiscono a danneggiare le pitture.

La superficie del dipinto può essere spolverata con un normale spolverino o con un panno morbido.
In caso di macchie, non spruzzare sulla superficie prodotti per la pulizia, ma usare un panno morbido umido molto strizzato.
La verniciatura finale, infatti, costituisce una protezione isolante che permette occasionalmente l’uso del panno umido per una pulizia più accurata. Dopo aver passato il panno umido, ripassare con un panno morbido asciutto.

Se regalate o vendete il dipinto, proponete al collezionista alcuni suggerimenti per prendersi cura della propria opera.

Oltre a godere dell’arte noi stessi, è importante ricordare che la memoria, la creatività, l’ispirazione possono essere conservate attraverso l’arte e tramandate alle generazioni future.

Buon lavoro a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *