15. Dare la verniciatuta finale

Manuale di Pittura ad olio// di Alessia Sinopoli

cera-apiL’asciugatura di un dipinto ad olio è un processo più lungo di quello che sembra. Anche quando la superficie è asciutta al tatto, gli strati di colore sottostanti impiegano molto tempo per asciugarsi completamente. E’ consigliabile, quindi, passare la verniciatura finale solo dopo che sia trascorso almeno un mese dall’asciugatura dello strato superficiale.

La verniciatura finale è una fase che a me piace particolarmente, perchè ritornare sull’opera dopo una carta distanza ci aiuta a capire se abbiamo fatto un buon lavoro. Inoltre, l’uso di una buona vernice ravviva i colori, omogenizza la pennellata e valorizza tutto il lavoro fatto fino a quel momento. Ma la vernice finale ha, prima di tutto, la funzione di proteggere il dipinto dall’aggressione degli agenti esterni.

Possiamo scegliere tra vernici finali con finitura opaca o lucida. C’è da considerare, però, che i colori ad olio conferiscono al quadro un aspetto semi-lucido. Quindi, per le opere ad olio è consigliabile scegliere una vernice con finitura lucida, in modo da valorizzare la naturale lucidità del colore. Un buon prodotto finale è la vernice lucida Damar.

Prendere una pennellessa perfettamente pulita, se nuova, va bagnata e sbattuta bene prima dell’uso, per far si che perda le setole lente. Altrimenti, queste andranno ad incorporarsi nella vernice. Se bagnate la pennellessa, attendete che sia completamente asciutta prima di usarla. Passate una mano di vernice su tutta la superficie del dipinto, muovendo la pennellessa sempre nella stessa direzione e facendo attenzione a non lasciare spazi opachi. Lo strato di vernice deve essere piuttosto consistente, ma non abbondante, altrimenti tenderà a colare. Durante la stesura è bene usare guanti e mascherina, perchè si tratta di un prodotto nocivo. Lasciare asciugare il dipinto, preferibilmente in posizione orizzontale.

Per non fare attaccare la polvere coprire con un lenzuolo di cotone, facendo in modo che il cotone non vada a contatto con la superficie del dipinto. Lasciare asciugare per alcuni giorni.

La vernice lucida Damar ha un colore leggermente ambrato, che in genere non pregiudica il risultato finale. Ma è meglio evitare di usarla se il quadro ha delle ampie aree di color bianco brillante. In questi casi è meglio chiedere al vostro fornitore una specifica vernice non ingiallente.

Se volete ottenere un effetto meno lucido, ma comunque non opaco, potete optare per la finitura con la cera d’api sbiancata. L’effetto sarà molto raffinato, ma il procedimento per la stesura è ben più complesso. La cera va scaldata a bagnomaria e stesa sulla superficie del dipinto con le dita. Poi, dopo circa 6-7 ore di asciugatura va lucidata a lungo con un panno morbido intiepidito.
La stesura va ripetuta due o tre volte, lucidando sempre fra una stesura e l’altra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *