03. Scegliere il cavalletto

Manuale di Pittura ad olio// di Alessia Sinopoli

Principali tipi di cavalletto

cavalletti
Per iniziare a dipingere una tela o una tavola è necessario avere un cavalletto. E’ sconsigliato dipingere poggiando il supporto a terra o su un tavolo, sia per la posizione scomoda che si assume, che per la prospettiva distorta che il ripiano orizzontale ci offre.

Il cavalletto può essere di vari tipi. Qui ne elenco tre tipi: da studio, da tavolo o trasportabile.

Il cavalletto da studio è l’ideale per qualsiasi lavoro. Si poggia a terra ed è regolabile per adattarsi a supporti di varie misure. Di solito, ha anche un piccolo ripiano per poggiare pennelli e colori.

Il cavalletto da tavolo, generalmente, è più piccolo del cavalletto da studio ed è destinato a chi, per motivi di spazio o di comodità, prerisce lavorare poggiando il cavalletto su un tavolo anzichè a terra.

Il cavalletto trasportabile, si basa su tre piedi richiudibili, è più leggero e quindi ideale per chi desidera dipingere “en plein air”. In altre parole, è destinato a chi dipinge paesaggi dal vivo, recandosi direttamente su posto.

In sostanza, per chi non ha particolari esigenze di spazio o di trasporto, il cavalletto da studio è la soluzione migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *